I migliori vini Rossi, Bianchi e Rosé della Tunisia





La-Tunisia-e-il-Turismo

Che-lingue-si-parlano

Un-popolo-amichevole-e-gentile

Come-vestirsi

Tunisia-paese-sicuro

Paese-ricco-di-risorse

Cosa-proibisce-la-religione-mussulmana

Mangiare-carne-di-maiale

Bere alcolici-in-Tunisia



IN_TUNISIA


Andare in vacanza è sempre un momento bellissimo, che si tratti delle vacanze estive o di particolari occasioni ritagliate durante il corso dell'anno.

Vi sono particolari destinazioni che possono essere raggiunte, non necessariamente solo in estate, ma anche in altri periodi dell'anno grazie al particolare clima di cui godono. Una di queste realtà è la Tunisia, che oltre a vantare un invidiabile clima nordsahariano, è conosciuta come uno dei posti più belli bagnati dal Mar Mediterraneo.

Prima di visitare la Tunisia non dobbiamo dimenticare che è un paese musulmano: il 99% della popolazione è di fede musulmana e in gran parte osservante. I divieti imposti dal Corano ai musulmani ovviamente non valgono per i turisti, ma è buona regola adeguare per quanto possibile il comportamento e l'abbigliamento agli usi locali, soprattutto al di fuori degli hotel.

E' bene informarsi dalle guide turistiche o presso la propria agenzia di viaggi sulle regole comportamentali e sulle disposizioni da rispettare: un modo corretto per affrontare il viaggio e il soggiorno. Ad esempio evitate di fotografare persone o gruppi di persone senza il loro esplicito consenso.

Un buon musulmano è tenuto a rispettare alcune norme alimentari. I divieti fondamentali sono due: il consumo di bevande alcoliche e quello di carne di maiale, o più in generale di carne non macellata secondo le nostre regole rituali. Sono restrittive le regole sull'abbigliamento femminile: non scoprire i piedi, non portare i tacchi alti se non in presenza del marito o delle amiche, limitare il trucco agli ornamenti ordinari come il kajal, l'henné o anelli. Profumo e rossetto non sono ammessi in pubblico. La regola musulmana impedisce ad esempio alle donne di mostrare il corpo scoperto. Queste regole però non sono un obbligo per chi non è credente e tanto meno per i turisti.

Il giorno della settimana considerato sacro dai mussulmani è il venerdì, quando a mezzogiorno si deve interrompere il lavoro e ha luogo la funzione comunitaria della gium'a. La grande festa per i musulmani, è Aid al Kabir, che ricorda il miracolo compiuto da Dio quando sostituì un montone al figlio che Abramo stava per offrirgli in sacrificio. La festa, che segna anche la conclusione del periodo dedicato al pellegrinaggio a La Mecca, prevede il sacrificio di un montone, un pezzo del quale viene regalato ai poveri.

Regole e prescrizioni particolari vigono durante il Ramadan, che è il nome del nono mese del calendario arabo, il cui inizio e fine sono definiti dall'apparire della luna nuova. Questo mese, destinato a celebrare il ricordo della rivelazione del Corano, è tempo di preghiera e di istruzione religiosa. Ogni musulmano, se è sano e maggiorenne, non può assumere qualsiasi tipo di cibo e bevanda, fumare e avere rapporti sessuali dall'alba al tramonto. Ma dopo il tramonto del sole un'atmosfera di festa regna dappertutto: pranzi in famiglia, visite di amici, veglia fino a tardi.





La-Tunisia-e-il-Turismo

Che-lingue-si-parlano

Un-popolo-amichevole-e-gentile

Come-vestirsi

Tunisia-paese-sicuro

Paese-ricco-di-risorse

Cosa-proibisce-la-religione-mussulmana

Mangiare-carne-di-maiale

Bere alcolici-in-Tunisia

Powered by MMS 3.1 - © 2021 Eteam International Ltd.